5 pezzi di arredamento assolutamente indispensabili per il vostro ristorante

Al di là dello stile – che deve necessariamente andare di pari passo con lo stile e il menu del locale –, un ristorante ha bisogno di essere curato nell’arredamento in ogni piccolo particolare. Spesso sono i dettagli a fare la differenza, e il cliente medio è molto meno sprovveduto di quanto i ristoratori più superficiali siano inclini a ritenere. Se il locale è trascurato – e non parliamo semplicemente del livello di pulizia, che dovrebbe essere massimo di default – la clientela lo percepisce immediatamente; e magari, pur apprezzando la cucina, sarà poco incline a tornarvi.

Per essere più specifici, curare le sedute, i tavoli e gli elementi di mise en place è del tutto insufficiente per garantire al proprio locale un aspetto impeccabile. Per raggiungere il massimo coefficiente di appeal, e creare un’osmosi virtuosa tra la qualità della cucina e quella dell’ambiente, è indispensabile che quest’ultimo venga arredato con gusto, coerenza e stile.

Al tempo stesso, tuttavia, non bisogna ricorrere al disfattismo e pensare che l’arredamento perfetto sia più un’utopia che una reale possibilità. Infatti, per raggiungere lo scopo sono necessari alcuni accorgimenti, tanto impegnativi quanto risolutivi. Collocare al posto giusto determinati pezzi di arredamento può conferire all’intero locale quel carattere che manca. Tra questi pezzi di arredamento ne abbiamo isolati cinque, e ve li presentiamo nei paragrafi che seguono.

Bancone da bar

È il benvenuto perfetto per il consumatore. Un bancone da bar per consumare un aperitivo prima di accomodarsi a tavola non deve mai essere un semplice ripiano dove poggiare bicchieri e recipienti per gli stuzzichini. Scegliete un bancone di design, in linea con lo stile del locale e se possibile in grado di conferire a quest’ultimo un valore supplementare dal punto di vista estetico.

Cantinetta a vista

Anche la scelta dei vini è un elemento niente affatto trascurabile. Oggi si tende a non presentare la carta dei vini, ma ad accompagnare il cliente verso la scelta della bottiglia giusta direttamente da un’esposizione apposita presente in sala. In questo modo, il cliente può visualizzare la bottiglia, verificarne l’integrità e di conseguenza aggiungere un ulteriore elemento di discrimine alla propria scelta.

Tavoli per buffet

Anche in questo caso, vietato concepire tale elemento come a delle mere superfici di appoggio. Un tavolo – o più tavoli – per buffet deve consentire una disposizione agile, pratica e al tempo stesso elegante degli alimenti, in modo tale che il cliente sia sedotto dal loro aspetto prima ancora che dal loro sapore, ma che al tempo stesso riesca a raggiungere ogni singolo elemento con facilità. In vendita esistono ottimi tavoli di design con alzate incorporate e/o alloggiamenti specifici per le bevande.

Bancone del fresco

Ecco un altro trend che si è imposto con prepotenza negli ultimi anni. Quale garanzia migliore, per i clienti più esigenti dal punto di vista della freschezza e della genuinità dei prodotti, di un banco ben localizzato in sala, ove scegliere la carne o il pesce da far cucinare? Anche in questo caso, è importante scegliere un bancone commisurato alle dimensioni, alla logistica e alla disposizione interna dei mobili nel locale.

Stufe a fungo da esterni

Ideale per tutti i ristoranti che prevedono un padiglione e/o un gazebo esterni. Normalmente, queste strutture sarebbero utilizzabili solo nel corso della bella stagione. Con queste attrezzature (alcune delle quali concepite con eleganti motivi di design) e le adeguate coperture, un padiglione esterno può essere sfruttato 12 mesi su 12, con inevitabili ricadute positive sul bilancio del locale. E anche sulla sua fruibilità da parte dei clienti che non vogliono rinunciare al piacere di una cena all’aperto anche con le temperature più rigide.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*